Nel 2009, il Parlamento Europeo ha invitato gli Stati membri ad adottare “misure per prevenire la violenza di genere tra i giovani, prevedendo campagne educative mirate e una migliore cooperazione tra gli stakeholders e i vari ambienti interessati dal fenomeno, come le famiglie, le scuole, lo spazio pubblico e i media”. L’educazione svolge un ruolo chiave nel contrastare le norme sociali negative che influenzano la violenza di genere.

Gli adolescenti e le adolescenti hanno meccanismi di autoprotezione più deboli e sono particolarmente vulnerabili a perpetuare e/o essere soggetti a comportamenti violenti. Nonostante il fatto che siano state intraprese iniziative legislative in tutti i paesi membri dell’UE per contrastare violenze e abusi, gli anni dell’adolescenza rimangono sostanzialmente scoperti a causa della mancanza di politiche che si rivolgono al target di età e del fatto che molte delle azioni messe in campo non integrano un’ottica di genere e non considerano i contesti culturali di riferimento.

Come confermano diversi studi e l’esperienza delle organizzazioni partner, la violenza di genere è causata da stereotipi e pregiudizi, dalla mancanza di educazione sessuale, la mancanza di informazioni e consapevolezza riguardo alle relazioni “sane”; la violenza di genere è un fenomeno transgenerazionale, che passa da una generazione all’altra.

In questo scenario, il progetto Youth4Love ha l’obiettivo di sviluppare, implementare e valutare un programma educativo integrato nelle scuole superiori di 4 paesi europei (Italia, Grecia, Belgio e Romania), che contribuirà alla prevenzione e lotta alla violenza di genere nel target degli adolescenti e darà supporto e accrescerà la consapevolezza sia del corpo docente, sia degli studenti riguardo alle esistenti e inaccettabili conseguenze della violenza di genere e le necessarie procedure da applicarsi nei casi a riguardo.

La rete progettuale è composta dalle seguenti realtà del mondo associativo e formativo europeo: ActionAid Italia (Italia), ActionAid Hellas (Grecia), UC Limburg (Belgio), AFOL-Agenzia Metropolitana per la Formazione, l’Orientamento e il Lavoro (Italia) e CPE – Fundatia Centrul Partenariat Pentru Egalitate (Romania).

A livello europeo il progetto coinvolgerà:

  12 Istituti scolastici superiori europei che saranno coinvolti nello sviluppo di strumenti educativi e metodologie per la prevenzione e la gestione di casi di violenza di genere;

  1.200 studenti e studentesse che acquisiranno consapevolezza tramite un programma educativo e pratico sul tema;

  180 tra educatori e personale scolastico che saranno formati e supportati sui problemi relativi alla violenza di genere e come prevenirli;

  2 milioni di giovani europei che saranno raggiunti da una campagna di comunicazione sul tema degli stereotipi e violenza di genere attraverso un sito web e un webgame.

Le attività principali del progetto saranno:

  Lo sviluppo di una forte strategia di networking a livello locale, nazione ed europeo al fine di coinvolgere stakeholders (Scuole, istituzioni, altre organizzazioni) che lavorano con approcci simili, per diffondere l’impatto progettuale, disseminare messaggi di comunicazione e sviluppare le raccomandazioni finali di progetto;

  La costruzione e l’implementazione di strumenti validati da ricercatori universitari (Focus Group e questionari) per realizzare una corposa analisi iniziale che favorirà lo sviluppo di un programma educativo rispondente ai bisogni dei contesti di implementazione e dei giovani nei 4 paesi, e garantirà di misurare l’impatto e il cambiamento apportato al termine dell’intervento.

  Lo sviluppo di un programma educativo: studenti e studentesse saranno direttamente coinvolti in attività laboratoriali per la decostruzione di stereotipi di genere e la prevenzione della violenza, così come il corpo docente sarà coinvolto in sessioni formative. Il programma promuoverà poi attività in peer-to-peer, per ricreare un circolo virtuoso e attivare tutta la scuola sul tema.

  L’organizzazione di iniziative finali in ciascun paese, che avranno come fine coinvolgere altri target e presentare i risultati progettuali.

Durata: Gennaio 2019 – dicembre 2020