Descrizione

Nel 2009, il Parlamento Europeo ha invitato gli Stati membri ad adottare “misure per prevenire la violenza di genere tra i giovani, prevedendo campagne educative mirate e una migliore cooperazione tra gli stakeholders e i vari ambienti interessati dal fenomeno, come le famiglie, le scuole, lo spazio pubblico e i media”.

L’educazione svolge un ruolo chiave nel contrastare le norme sociali negative che influenzano la violenza di genere. Gli adolescenti e le adolescenti hanno meccanismi di autoprotezione più deboli e sono particolarmente vulnerabili a perpetuare e/o essere soggetti a comportamenti violenti.

Nonostante il fatto che siano state intraprese iniziative legislative in tutti i paesi membri dell’UE per contrastare violenze e abusi, gli anni dell’adolescenza rimangono sostanzialmente scoperti a causa della mancanza di politiche che si rivolgono al target di età e del fatto che molte delle azioni messe in campo non integrano un’ottica di genere e non considerano i contesti culturali di riferimento.

Dettagli Progetto