giulio

Circa giulio

Questo autore non ha riempito alcun dettaglio.
Finora giulio ha creato 11 post nel blog.

Diagnosi Scolastica – Toolkit

2020-02-04T12:33:29+01:0029 Gennaio, 2020|Educazione e training|

Indagare la violenza di genere utilizzando la tecnica del focus group. Il seguente toolkit è rivolto al personale scolastico (docenti, educatori, tutor) degli Istituti Superiori e vuole essere uno strumento di facile utilizzo che supporti le scuole interessate a replicare il programma educativo YFL.

Diagnosi Scolastica – Check list

2020-10-19T15:38:48+02:0029 Gennaio, 2020|Educazione e training|

L'analisi e la preparazione del contesto sono fondamentali per la buona riuscita del programma educativo di intervento. La seguente guida si propone di fornire alle scuole e alle organizzazioni impegnate nel settore educativo e nel sociale una chiara visione di tutte le procedure da realizzare in fase preparatoria di diagnosi.

ALLESTIRE LA SCENA, CONDIVIDERE LE STESSE DEFINIZIONI

2019-10-08T08:46:51+02:008 Ottobre, 2019|News|

La violenza di genere è un fenomeno pervasivo che coinvolge soprattutto - ma non solo - ragazze e donne di ogni estrazione sociale indipendentemente dall’età, nazionalità, etnia, classe e background culturale. La violenza si verifica ovunque: a casa, al lavoro, per strada, nei circoli ricreativi e sportivi, online e a scuola. Una donna su tre nell’Unione Europea ha subito atti di violenza fisica e/o sessuale durante la sua vita dall’età di 15 anni. Studenti adolescenti sperimentano forme di violenza di genere a scuola come vittime, come autori della violenza o come testimoni. La scuola può rappresentare un forte stress per gli studenti che sono psicologicamente, fisicamente, e “virtualmente” vessati, molestati, bullizzati, assaliti o abusati. L’UNESCO ha stimato che nel mondo ci siano circa 246 milioni di bambine e bambini soggetti a qualche forma di violenza di genere sia dentro che fuori dalla scuola ogni anno. Tuttavia, le scuole dovrebbero essere spazi in cui ragazzi e ragazze si sentono sicure/i perchè l’uguaglianza di genere è promossa attraverso programmi di prevenzione ed esistono procedure child-friendly facilmente accessibili e confidenziali per riportare, rispondere e riferire casi di violenza di genere. Le scuole sono, infatti, attori chiave per rendere la disuguaglianza e la violenza di genere inaccettabili tra gli adolescenti in coordinamento con altri attori locali.    Youth for Love è realizzato all’interno del quadro normativo e concettuale Convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica (2011), conosciuta come Convenzione di Istanbul. Quest’ultima riconosce la violenza di genere come una violazione dei diritti umani e una forma di discriminazione e quindi come una causa e una conseguenza della disuguaglianza tra donne e uomini. La Convenzione attribuisce alle scuole un ruolo cruciale per promuovere la parità tra i sessi, i ruoli di genere non stereotipati, il reciproco rispetto, la soluzione non violenta dei conflitti nei rapporti interpersonali, la violenza contro le donne basata sul genere e il diritto all'integrità personale attraverso materiali didattici appropriati al livello cognitivo degli allievi nei curriculum formali e in tutti i livelli dell’istruzione (Art. 14). Youth for Love utilizza le seguenti definizioni contenute nella Convenzione ratificata da tutti i Paesi partner di progetto: “Violenza nei confronti delle donne designa una violazione dei diritti umani e una forma di discriminazione contro le donne, comprendente tutti gli atti di violenza fondati sul genere che provocano o sono suscettibili di provocare danni o sofferenze di natura fisica, sessuale, psicologica o economica, comprese le minacce di compiere tali atti, la coercizione o la privazione arbitraria della libertà, sia nella vita pubblica, che nella vita privata” (Art. 3, a);    “Violenza contro le donne basata sul genere designa qualsiasi violenza diretta contro una donna in quanto tale, o che colpisce le donne in modo sproporzionato” (Art. 3, d); “Donne sono da intendersi anche le ragazze di meno di 18 anni” (Art. 3, f); “Genere si riferisce a ruoli, comportamenti, attività e attributi socialmente costruiti che una determinata società considera appropriati per donne e

Torna in cima